Non funziona il tasto Home dell’iPhone? Ecco come fare

Non funziona il tasto Home dell’iPhone? Ecco come fare

non funziona tasto home iPhone
non funziona tasto home iPhone

Con l’iPhone 7 la Apple ha introdotto una novità molto importante: ha infatti mandato in pensione il classico click meccanico del tasto home, preferendo un bottone a “stato solido” sensibile alla pressione, che utilizza un feedback aptico, feedback che riesce in maniera molto semplice a simulare la pressione del bottone.

Il software che governa i controlli del feedback aptico è profondamente integrato all’interno di iOS 10, che consente di fornire all’utente un rimedio (molto pragmatico) nel caso in cui il sensore dovesse avere un qualsiasi tipo di disservizio.

Non funziona tasto home iPhone 7
Non funziona tasto home iPhone 7

Un utente ha fornito la foto postata qua sopra, con il suo iPhone 7 che visualizza il seguente messaggio:

“Il tasto home potrebbe aver bisogno di assistenza. Nel frattempo, potresti utilizzare il tasto home qua sotto.”

Il problema all’utente è arrivato dopo che il telefono si è spento da solo durante la carica, e il tasto home ha iniziato a funzionare in maniera random dopo il riavvio. Una finestra di dialogo è quindi apparsa, affermando che il tasto home ha bisogno di assistenza, ma presentando comunque una alternativa per l’uso temporaneo fino a che il telefono non verrà portato alla Apple per l’assistenza di rito.

Ci sono già stati vari report da parte di alcuni siti di tecnologia, che hanno affermato che il tasto home dell’iPhone potrebbe risultare lento o addirittura potrebbe non funzionare proprio, nel caso in cui il sistema operativo dovesse non rispondere. Questo ha costretto Apple a cambiare il processo per il reset del telefono .

Questo quindi sembra essere un modo da parte di Apple, per salvaguardare i propri clienti nel caso in cui il tasto home “3d touch” dovesse smettere di funzionare, anche se resta da vedere se questo nuovo tasto home darà più problemi del tormentato tasto home fisico.

Ci sono anche altri rumors che affermano che l’iPhone 7 potrebbe l’ultimo iPhone con il tasto home, in quanto per l’iPhone del prossimo anno (iPhone 8) la Apple potrebbe costruirne uno direttamente all’interno della cornice del display. Non è tuttavia molto chiaro se la Apple implementerà la solita tipologia di metodi di recupero nel caso in cui il dispositivi dovesse bloccarsi o non rispondere completamente.

Tasto Home iPhone non funziona

tasto home iphone non funziona
tasto home iPhone non funziona

Il tasto home è senza dubbio una delle parti più problematiche del dispositivo, così come tutte le parti “meccaniche” di un oggetto tecnologico, con il tempo tendono a smettere completamente di funzionare, o funzionare peggio o comunque non come il primo giorno.

Il tasto home è senza dubbio il tasto più importante per l’iPhone. Si tratta di un tasto che con un semplice click, consente di portarci alla home, ovvero alla directory di tutte le proprie Apps, una vera e propria “casa sicura” e familiare.

Se cliccato più volte, può richiamare Siri, oppure far vedere le altre apps aperte, o addirittura con un triplo click può anche attivare i tasti di accessibilità tramite l’assistive touch. Se premuto insieme al tasto power, può riavviare il dispositivo.

Insomma, il tasto home è un tasto importantissimo, e non può certamente essere “snobbato” dagli utenti, in quanto in caso di malfunzionamento, è difficilissimo provare ad utilizzare un iPhone senza di esso.

Il tasto home serve a tante cose, ed è impossibile tentare di contare le volte che ogni persona preme questo bottone in un giorno. Inutile dire che questo bottone viene “stressato” molto di più rispetto ad esempio al tasto Power/Lock e ai tasti volumi, quindi con il tempo può rappresentare l’anello debole.

Inutile dire che, per esperienza personale, nel caso in cui l’iPhone dovesse bagnarsi, il tasto home e tutti i suoi sensori del Touch ID, sono sicuramente i più delicati e potrebbero smettere di funzionare.

Il tasto home è stata una grande fonte di problemi, e forse l’arrivo del sensore aptico con l’iPhone 7, potrebbe porre fine a questa grande fonte di problematiche.

L’evoluzione del tasto Home negli iPhone

Vediamo insieme l’evoluzione del tasto home negli iDevices di Cupertino, in modo da capire come funzionano e come sono stati progettati (in modo da diagnosticare al meglio il problema).

Il primo iPhone

tasto home iPhone 2g
tasto home iPhone 2g

Il primo iPhone debuttò nel 2007, e introdusse il design del tasto home, che aveva all’interno l’icona di un quadrato con gli angoli stondati. In quel caso, il tasto home non faceva parte del display ma del resto del telefono. Era estremamente difficile ripararlo in quanto dovevano essere smontati vari pezzi per “arrivare” al tasto home.

Tuttavia, il tasto home sul primo iPhone non ha avuto tantissimi problemi hardware.

iPhone 3G e 3GS

tasto home iphone 3g 3gs
tasto home iphone 3g 3gs

In questo caso, il tasto home fu spostato diventando parte del display. Era quindi molto più semplice riparare il tasto home in questo caso. Solitamente, veniva cambiato tutto il display (tranne nei casi in cui il problema fosse stato nei connettori sotto al display).

Questi tasti home non furono molto problematici, in quanto non erano state ancora introdotte molte funzioni gravanti per il tasto.

iPhone 4

Tasto home iPhone 4
Tasto home iPhone 4

Con l’iPhone 4 arrivò anche un design tutto nuovo. Per smontarlo, era necessario aprirlo da dietro, rendendo ancora una volta il tasto home molto difficile da sostituire o riparare.

A rendere tutto ancora più difficile, l’iPhone 4 fu il primo dispositivo Apple ad avere l’app switcher, che veniva attivato premendo due volte molto velocemente il tasto home.

Inutile dire che questo fu uno dei modelli con più problemi al tasto home.

iPhone 4S

Tasto home iphone 4s
Tasto home iphone 4s

Non cambiò molto rispetto all’iPhone 4, fu aggiunta comunque una guarnizione in gomma e un po’ di adesivo, per cercare di rendere il tasto più durevole. Fu però aggiunto l’assistive touch, che permette, tra le tante cose, di usare il display come se fosse un tasto home.

iPhone 5

Tasto Home iPhone 5
Tasto Home iPhone 5

L’iPhone 5 è stata forse una delle più grandi rivoluzioni per l’iPhone. Con un form-factor più sottile, il tasto home fu dotato di una guarnizione più solida, lasciando poco gap tra il vetro e il bottone. Apple aggiunse anche una barriera di metallo al di sotto della guarnizione del bottone.

Il cavo flex è comunque molto simile rispetto a quello dell’iPhone 4 e 4S. Questo potrebbe portare il cavo a deteriorarsi negli anni.

iPhone 5s

Tasto Home iPhone 5S
Tasto Home iPhone 5S

Con l’iPhone 5S arriva il primo sensore di impronte denominato “Touch ID”. Viene rimossa per la prima volta l’icona di un quadrato con gli angoli stondati. È ancora molto difficile arrivare a smontare il tasto home, ma risulta molto più solido rispetto alle versioni precedenti dell’iPhone. Il sensore impronte, è tuttavia molto lento e potrebbe non sempre riconoscere il proprio dito.

Arrivano anche i problemi per la sostituzione: sostituendo un tasto home dall’iPhone 5S in poi, viene persa la possibilità di utilizzare il touch ID. In quanto ad ogni sensore impronte, corrisponde soltanto un sensore impronte.

iPhone 6

Tasto home iphone 6
Tasto home iphone 6

Viene migliorata definitivamente la solidità del bottone, che sembra ancora più solido dell’iPhone 5S, e finalmente più facile da sostituire, grazie al fatto che è parte del display.

Ovviamente, in caso di riparazione, si perde il vantaggio del sensore impronte “Touch ID”, sensore che è univoco ad un device.

Con l’iPhone 6S, il sensore impronte viene migliorato, in quanto è più veloce nel riconoscere l’impronta.

Tasto home non funziona: come riparare il tasto home

Il tasto home può essere riparato in vari modi e in vari luoghi.

– Apple Store
– Negozi di riparazioni indipendenti

All’Apple store, è consigliabile recarsi solo e soltanto se il telefono da riparare è in garanzia e non lo si è bagnato. Solitamente infatti, la Apple applica dei prezzi molto alti per la riparazione fuori garanzia, e non ripara assolutamente (in garanzia) un iPhone che è finito nell’acqua (se ne accorgeranno non appena apriranno il dispositivo, in quanto sono presenti dei sensori che cambiano colore).

Per farvi un esempio, un iPhone 6S in garanzia con tasto home non funzionante, la Apple lo ripara gratuitamente, cambiandovi il display (il tasto home in questo caso è integrato all’interno del display). Se non fosse stato in garanzia, sarebbero stati necessari oltre 100 euro.

Per farvi un’altro esempio, un iPhone 6S andato in acqua in garanzia con tasto home non funzionante, la Apple lo “ripara” chiedendovi oltre 300 euro, fornendovi un telefono sostitutivo.

Se il telefono è fuori garanzia, conviene andare in negozi specializzati. Un negozio che ripara iPhone in qualsiasi condizioni (anche quelli bagnati) è Jfix – Dtm Sas Johnny in via Giordano Bruno 20 a Milano. Per la sostituzione di un tasto home, solitamente il prezzo è di 50 euro. Viene tutto fatto molto velocemente nel giro di qualche ora, e i risultati sono soddisfacenti.

NESSUN COMMENTO

Rispondi: